Bio Bio Gelato
Gelato franchising, si passa dal local alla globalizzazione
Articolo pubblicato in data 18 ottobre 2015

GELATO FRANCHISING

Sempre più affollato di questi tempi il settore del gelato franchising, sempre  più complesso parlare di gelato artigianale, oggi termine ambiguo da maneggiare con cura. 

Il caso Grom è per eccellenza un esempio sintomatico di come sia spinoso affrontare il tema della vera artigianalità e allo stesso tempo del settore gelato franchising. Difficoltà nella definizione di artigianalità, difficoltà nell’individuazione delle procedure davvero artigianali, difficoltà nella codifica di una sistema “artigianale”.

Ecco il racconto di un anonimo goloso di Torino nella sua particolare rivisitazione del caso Grom. 

“Da anni compravo il gelato in una gelateria artigianale (vera). Poi circa dieci anni fa nacque un locale gelateria con insegna Grom, locale di cui fui fra i primi clienti.  Grom si posizionò sul livello massimo di prezzo, ma mi piacque il suo stile e il suo approccio al prodotto e non trovavo meccanizzazione o standardizzazioni,  apprezzavo in effetti  come i gelatieri “spalettavano” a lungo l’extranoir per portarlo alla corretta cremosità.”

Dal primo punto vendita alle nuove aperture in successione vertiginosa, lo splallettare l’extranoir è diventato però un plus che non tutti si concedono.

Il modello di business di Grom era a scarsa capitalizzazione – con il prezzo al kg bloccato – ma così proiettato alla crescita, esso correva il rischio di un percorso obbligato: dalle banche, alla borsa, alla vendita forzata come unica scelta possibile. 

Ben oltre paragoni e metafore legate a Grattacieli (Unilever)  che fagocitano Botteghe (Grom) è da precisare che il modello di gelato franchising di Grom è ormai ben distante dall’artigianalità, avvicinandosi a un prodotto industriale, mascherato da artigianale (il cono). Niente più gelatieri da bottega che spallettano l’extranoir; il sogno di chi apprezzava questo meccanismo così artigianale e vero  lascia il posto a un prodotto serializzato e standard che, avvenuta l’acquisizione da parte di Unilever, rischia una ulteriore spersonalizzazione in direzione di un prodotto industriale e confezionato a discapito del modello di gelato franchising

gelato franchising

Per maggiori informazioni contattaci