Bio Bio Gelato
Gelato artigianale italiano, arrivano i sommelier del gelato
Articolo pubblicato in data 16 febbraio 2016

Gelato Artigianale Italiano

Gelato artigianale italiano come riconoscerlo?

Dopo i sommelier, sono arrivati i primi degustatori di gelato artigianale, una nuova professione che trova la sua naturale collocazione e il suo ufficiale riconoscimento grazie al corso per assaggiatori di Carpigiani Gelato University di Anzola Emilia in collaborazione con il Centro Studi Assaggiatori di Brescia.

Il corso per assaggiare e certificare il valore del vero gelato artigianale italiano si chiama “Analisi sensoriale dedicato al gelato“e consente di apprendere le tecniche per distinguere un buon prodotto artigianale, sia per la fattura che per le materie prime utilizzate.

Il corso avvicina gli appassionati alle basi scientifiche del percorso di assaggio e consente di riconoscere i pregi e i difetti del gelato.

Al momento le 3 date fissate sono 26 febbraio, il 14 maggio e il 9 luglio.

Corso a parte, ciò che va sottolineato è il tema sempre più attuale della necessità di riconoscere e certificare la qualità del prodotto di gelateria.

Se infatti non sembrano esistere criteri validi e certificati per determinare l’artigianalità del prodotto, esiste invece una modalità scientifica per misurare processo realizzativo e qualità degli ingredienti del gelato artigianale italiano.

A destare grande interesse sono gli argomenti del corso: si partirà infatti dalle basi teoriche dell’analisi sensoriale e della produzione del gelato per arrivare alle esercitazioni pratiche con il bilanciamento degli ingredienti e la lavorazione dell’alimento.

A fine corso si procederà con la degustazione e il necessario esame.

Da quel momento in poi, ogni assaggiatore sarà in grado di applicare le sue nuove skills alla sua professione o riconoscere in maniera immediata la qualità del gelato, ingredienti biologici, freschezza della composizione.