Bio Bio Gelato
Aprire una gelateria artigianale: consumi in ascesa
Articolo pubblicato in data 19 ottobre 2015

Aprire una gelateria artigianale

Aprire una gelateria artigianale, dati alla mano, questo sembra il momento giusto per puntare su questo “gustoso cavallo”. 

Se Unilever ha appena deciso di rilevare il gelato (e le gelaterie)  Grom, la motivo è da ascriversi anche al mercato: il gelato industriale sta perdendo colpi e punti a favore del gelato artigianale (o presunto tale) . Il 2015 – complice un’estate calda e secca – ha visto una vera esplosione dell’artigianale che ha segnato un aumento di consumi vicino all’8%. Questo incremento stimato dall’Associazione italiana gelatieri va subito messo a paragone rispetto all’estate 2014, segnata da pioggia e maltempo, che non aveva di certo incoraggiato i  consumi.

Nello specifico trend di consumo estivo di gelato artigianale il Sud Italia quest’anno ha superato il Nord con incrementi  fino al 30%. Il totale del gelato artigianale venduto in Italia nel 2015 toccherà le 170mila tonnellate, ottenute dall’utilizzo di 220mila ton. di latte, 64mila ton. di zuccheri, 21mila  ton. di frutta fresca e 29mila ton.  di materie prime a composizione. 

È quindi il momento più indicato per aprire una gelateria artigianale, in un settore in crescita costante con 41mila locali nella penisola. 

Il business del gelato artigianale, secondo l’Associazione italiana gelatieri, scatena un indotto di 50-60mila addetti e alimenta una filiera (compreso macchinari e materie prime) di circa 5 miliardi di euro.

Aprire una gelateria artigianale, di fatto, in un settore alla ricerca di nuove vie all’estero. A fine 2015, sempre secondo le stime AIG, l’export di gelato italiano segnerà un +8%, col traino costante dei Paesi arabi che ne assorbono fino al 30 per cento.

La vera sfida  è l’internazionalizzazione, possibile con l’apertura di  gelaterie oltreconfine: nel  mondo ci sono 100-120mila gelaterie, che potrebbero tranquillamente diventare 200mila cercando di far fruttare in un vero e proprio business il know-how tipicamente italiano nel settore.  Le richieste da mondo arabo, dall’Australia, Cina, Corea e Stati Uniti sono in continua crescita. Attualmente i gelatieri italiani sono molto richiesti all’estero anche per fare formazione o per affiancare imprenditori locali quando devono aprire una gelateria artigianale, questo avviene senza una vera regolamentazione o un unico che abilita al mestiere. Resta infatti da risolvere il dilemma della definizione di gelato artigianale, ancora materia oscura nella sua corretta identificazione, intanto pensate a come poter aprire una gelateria artigianale.

aprire una gelateria artigianale

Per maggiori informazioni contattaci